perilli-alessandra_banner

Alessandra Perilli

Tiratrice Trap Beretta

Alessandra-Perilli-post-it

Presentazione

Ciao a tutti! Il mio nome è Alessandra Perilli e sono una tiratrice di trap dal 2002. Sono nata in Italia a Rimini il 1 Aprile 1988 e attualmente mi alleno presso il Tiro a Volo di San Marino con il mio DT11 Beretta. Sono un atleta e vivo per il tiro a volo perché non potrei farne a meno.

Quando non sparo dedico tutta me stessa al mio bimbo. Essere tiratrice e mamma mi fa sentire ancora più forte, e dà più sapore ad ogni mio successo.

La mia filosofia di vita è di guardare sempre al futuro, prendendo solo le cose buone dal passato perché “dopo ogni discesa c’è una salita”. 

 

 

 

Biografia

Alessandra è nata a Rimini, l’ 1/4/88, cittadina Sammarinese. Sposata, un figlio, Maykol nato il 6/2/2014. Inizia a sparare a 13 anni, a 17 entra a far parte della nazionale Italiana.

A 18 anni inizia a competere a livello internazionale e conquista subito l’oro all’International Gran Prix Juniores. A 19 anni entra a far parte della nazionale di San Marino conquistando subito il bronzo agli Europei di Nicosia del 2008. L’anno successivo, da Senior, compete nella sua prima finale in Coppa del Mondo a San  Marino conquistando l’argento. Ricorda ancora i 6 piattelli di shoot-off. Nel 2011 conquista la carta Olimpica, la prima per San Marino, in Cile dove conquista anche il suo primo oro ISSF.

Dopo 20 giorni conquista un altro oro in Coppa del Mondo in Australia a Sidney. Nel 2012, alle Olimpiadi di Londra, dove era data per settima, la sua conquista più grossa era entrare in finale. Lì sapeva che si sarebbe giocata tutto. E così è stato. Alessandra è arrivata in finale dove ha concluso con un quarto posto dopo uno spareggio contro la francese e la slovacca.

 

Cosa porta con se in pedana?

Il fucile

3_cainero_DT11

Non c’è tiratore al mondo, dal più affermato al principiante, che non conosca le straordinarie prerogative di precisione, bilanciamento, maneggevolezza, durata dei fucili da competizione DT11 Trident Beretta. Alessandra Perilli spara con il Dt11 Beretta.

Gilet da tiro, Tuta Uniform Pro, Cappello, Polo, Maglietta tecnica Beretta, Cuffie, Occhiali...

.

Intervista

Qual è il tuo fucile preferito?
BERETTA DT11 TRAP canna 76.

Perché preferisci usare quel determinato modello di fucile?
Con questo fucile ho fatto tutti i miei record. Ricordo ancora il mio primo 75.

Quale è il tuo tiratore preferito?
Mia sorella Arianna. Con lei ho mosso i miei primi passi in pedana e vedevo la sua grinta e determinazione in tutto ciò che fa. E’ stata e continua ad essere un grande esempio ed il mio punto di riferimento.

Chi ti ha ispirato a praticare il tiro a volo?
Mio padre e mia sorella.

L’aneddoto più bello legato al tiro a volo?
La mia prima gara da mamma, in finale in Coppa del Mondo a Monaco 2014, quando mi son ritrovata a spareggiare per il 3 e 4 posto con mia sorella Arianna. E’ stata un’emozione particolare e molto forte ma anche una grande gioia e spero che si ripeta.

Quale è il tuo campo di tiro preferito?
Quello di San Marino dove mi alleno tutti i giorni.

Quanti anni avevi quando hai preso in mano il tuo primo fucile?
La prima fucilata l’ho data a 9 anni ma non mi piaceva! A 13 ho ripreso ed è stato grande amore.

Quali sono i tuoi obiettivi e piani per il futuro?
Sicuramente vincere la carta olimpica e coronare il mio sogno sportivo a Rio, quello che ho sfiorato a Londra.

Che consiglio daresti a chi si ispira a te?
Di non arrendersi mai perché il duro allenamento comunque paga. E poi credere nelle proprie potenzialità perché comunque la testa è il nostro miglior alleato in pedana.

Video & Foto