crovetto_chadid_francisca_banner

Francisca Crovetto Chadid

Tiratrice Skeet Beretta

post-it-giallo_francisca_crovetto_chadid_ITA

Presentazione

Ciao a tutti, mi chiamo Francisca Crovetto Chadid e sono nata a Santiago, in Chile, il 27 Aprile 1990. Dal 2005 pratico la disciplina dello Skeet e mi alleno presso il Chilean Air Force’s Shooting Range a Santiago, con il mio DT11 Beretta. Sono una skeettista professionista e faccio parte della Directive of the Association of High Performance Athletes of Chile and  Advisory Commission of the Ministry of Sport La mia filosofia di vita è quella di avere dei sogni e lavorare ogni giorno per renderli veri! Sono sicura che questo mi aiuterà a vivere i miei sogni ad occhi aperti.

 


 

Biografia

Francisca ha iniziato a sparare nel 2005, quando aveva 15 anni, e nel 2007 ha gareggiato nei Gioci Panamericani.
Nel 2010 ha vinto la medaglia d’oro nei Giochi Sudamericani e ha preso parte per la prima volta ad una gara dell’ISSF, il Campionato del Mondo di Monaco e il Campionato delle Americhe a Rio de Janeiro, dove Francisca ha vinto la medaglia d’oro.
Nel 2011 ha partecipato ai Giochi Panamericani a Guadalajara e ha vinto la medaglia d’argento. L’anno successivo Francisca ha vinto il bronzo alla Coppa del Mondo di Lonato e ha preso parte alle Olimpiadi di Londra 2012, classificandosi ottava.
Francisca è sentimentalmente impegnata.

 

 

 

Cosa porta con se in pedana?

Il fucile

3_cainero_DT11

Non c’è tiratore al mondo, dal più affermato al principiante, che non conosca le straordinarie prerogative di precisione, bilanciamento, maneggevolezza, durata dei fucili da competizione DT11 Trident Beretta. Il tiratore spara con il Dt11 Beretta.

Gilet da tiro,

Tuta Uniform Pro,

Cappello,

Polo,

Maglietta tecnica Beretta,

Cuffie,

Occhiali..

.

Intervista

Qual è il tuo fucile preferito?
Il mio fucile preferito è decisamente il DT11 Beretta.

Perché preferisci usare quel determinato modello di fucile?
Preferisco questo fucile perché adoro come la conformazione delle canne  e l’equilibrio del fucile è fantastico.

Chi è il tuo tiratore preferito?
Ammiro moltissimo Shan Zhang perché ha vinto un’Olimpiade sconfiggendo tutti gli uomini del mondo. Ha segnato un momento storico per il Tiro e per il mondo sportivo.

Chi ti ha ispirato a praticare il tiro a volo?
Mi ha ispirato mio padre. È un cacciatore e un tiratore e da quando ero piccola ero solita andare con lui a caccia e sul campo da tiro.

L’aneddoto più bello riguardante il tiro a volo?
Ho molti ricordi bellissimi legati al tiro a volo, buoni amici e un fantastico lavoro di squadra. Ma se dovessi sceglierne uno sarebbe quando, sul campo da tiro, ho incontrato il mio ragazzo. Questo è decisamente il mio aneddoto preferito.

Qual è il tuo campo da tiro preferito?
Il mio campo preferito è TRAP Concaverde a Lonato, in Italia, perché ha molte pedane e ci sono le aziende delle cartucce, degli abiti per il tiro e della Beretta lì vicino. Mi piace molto anche Kovilovo in Serbia. Il campi sono stupendi e il posto è molto carino, con un hotel e bellissimi giardini.

Quanti anni avevi quando hai preso in mano il tuo primo fucile?
Penso di averne avuti 8. Mio padre mi diede il suo fucile e dovetti disarmarlo e riporlo nell’astuccio. Ricordo che mi piacque molto farlo!

Quali sono i tuoi obiettivi e piani per il futuro?
Voglio continuare con il tiro a volo per molti anni ancora. Voglio partecipare ancora alle Olimpiadi e vincere una medaglia. E voglio lavorare per la cultura e la politica dello sport nel mio Paese, mi piacerebbe dare al mondo dello Sport tutto ciò che esso ha dato a me.

Che consigli daresti a chi si ispira a te?
Mia mamma mi dice sempre “se ami profondamente quello che fai, l’unica possibilità e il successo”. Quindi direi questo a chiunque sia interessato a praticare il tiro a volo.

Quali sono i tuoi hobby?
Mi piace leggere e trascorrere il tempo con la mia famiglia e i miei amici. Mi piace andare in palestra e le attività fuoriporta che mi permettono di stare a contatto con la natura.

 

Video & Foto