Kimberly Rhode

Tiratrice Skeet e Trap Beretta

post-it-giallo_kimberly_rhode_ITA

Presentazione

Ciao a tutti, sono Kimberly Rhode e sono una tiratrice di skeet e trap Internazionale.
Ho iniziato a sparare nelle competitivamente nel 1989 nella disciplina dello Skeet Americano.
Mi alleno a Redland Shooting Park, Oak Tree Gun Club e a Prado Olympic Shooting Park con il mio Beretta DT11 calibro 12. Sono nata il 16 Luglio 1979 in California e sono un’atleta olimpica. Non vedo l’ora di insegnare a mio figlio Carter tutto ciò che riguarda la vita all’aria aperta, quanto è divertente e come sparare.

 



 

Biografia

Kimberly, la persona più giovane che abbia mai rappresentato gli Stati Uniti nel Team Olimpico di Tiro a Volo e la donna più giovane al mondo a formare un Team Olimpico di Tiro a Volo, ha iniziato a sparare competitivamente all’età di 10 anni. È la donna più giovane nella storia dello Skeet Americano ad aver colpito 100 piattelli di fila all’età di 12 anni e la più giovane Campione del mondo categoria Lady di sempre a 13 anni. Nel 1994 e nel 1995 è stata co-capitano delle Open Ladies All-American Skeet Team.
Tra i suoi successi i più illustri sono: 1996, 2004 e 2012 Oro Olimpico, 2008 Argento alle Olimpiadi, 2000 Bronzo alle Olimpiadi, Medaglia al Valore Sportivo dall’esercito degli Stati Uniti, 1993 Campionato delle Americhe di Skeet Categoria Lady, è stata per quattordici volte Campionessa Nazionale Lady, è stata nominata una dei “Primi Dieci Fenomeni Sportivi del 1996” dal Time Magazine, 1997 e 2005 Victor Awards from the City of Hope, premio Donna di Successo conferito da YWCA e Atleta Femminile dell’Anno nel 1997, 1998, 2008 e 2009.
È l’unica Americana a vincere una medaglia alle Olimpiadi per cinque volte consecutive  in uno sport individuale e l’unica atleta a partecipare alle Olimpiadi in tutti e tre gli eventi di Tiro: Skeet Internazionale, Trap e Double Trap
È stata eletta sette volte Atleta Statunitense Femminile di Tiro dell’Anno (1997, 1998, 2002, 2004, 2007, 2008 e 2009) e sette volte Tiratrice femminile atleta dell’anno.
Le è stato conferito il “1996-97 Shooting Industry Award” per aver reso popolare lo sport del Tiro a Volo tra i teenager.
Nel 2000 le è stato chiesto di effettuare una dimostrazione di tiro per George W. Bush durante il caucus per i suoi elettori.
Nell’Agosto del 2007 è stata selezionata dell’International Shooting Sport Federation come “una dei migliori atleti ad aver partecipato a una competizione di tiro alle Olimpiadi, ai Campionati del Mondo e alle Coppe del Mondo.”
Il 21 Marzo 2009 ha sposato Michael Harryman e il 13 Maggio 2013 sono diventati genitori di un maschietto, Carter.
Kim è stata scelta per essere una delle migliori 20 nella primissima Olympic Heroes Series.
Detiene parecchi record nel Guinnes Book of World Records, incluso quello per aver sparato a dei piattelli testa in giù con una Benelli.
È  stata onorata dal compositore John Williams all’Hollywood Bowl, che ha chiesto al pubblico di alzarsi in piedi per rendere omaggio a Kim Rhode, Medaglia d’Oro Olimpica per il Tiro a Volo.
Lo sci, le immersioni, la pesca, la caccia e le auto sono altre passioni che Kim si concede quando non è in pedana. Kim è stata onorata dalla California Polytechnic University di Pomona, dove ha studiato, per “essere una maestra di esperienze di vita e un modello per tutti noi”. La scuola ha dichiarato che il 13 Ottobre 2000 è il Kim Rhode Day.
Kim ha vinto centinaia di medaglie e premi per i suoi successi e per il suo contributo al Tiro (incluse 10 medaglie d’oro, 4 argenti, 6 bronzi nelle Coppe del Mondo; 1 oro, 1 argento e 1 bronzo nei Campionati del Mondo; 1 oro, 1 argento e 2 bronzi in Finale di Coppa del Mondo; 1 oro e 1 bronzo nel Campionato Americano; 2 ori e 1 argento nei Giochi Pan Americani). Kimberly Rhode ha vinto la medaglia di Bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016.

 

  OLIMPIADI CAMPIONATO DEL MONDO CAMPIONATO EUROPEO
  Oro Argento Bronzo Finale Oro Argento Bronzo Oro Argento Bronzo
SKEET London 2012  Beiging 2008   5 Athens 2004 Munich 2010   Belgrade 2011                             
TRAP Athens 2004 Atlanta 1996   sydney 2000     Barcelona 1998                        
SKEET     Rio 2016  72(14)  Rio 2016            

Cosa porta con se in pedana?

Il fucile

3_cainero_DT11

Non c’è tiratore al mondo, dal più affermato al principiante, che non conosca le straordinarie prerogative di precisione, bilanciamento, maneggevolezza, durata dei fucili da competizione DT11 Trident Beretta. Kimberly Rhode spara con il Dt11 Beretta.

Gilet da tiro,

Tuta Uniform Pro,

Cappello,

Polo,

Maglietta tecnica Beretta,

Cuffie,

Occhiali...

.

Intervista

Qual è il tuo fucile preferito?
Il mio fucile preferito è il Beretta DT11 e la mia carabina preferita è Sako.


Perché preferisci usare quel determinato modello di fucile?
A causa della quantità di esercizio di tiro che svolgo. Ho notato la notevole riduzione del rinculo ed è un fucile molto affidabile.


Chi è il tuo tiratore preferito?
Lori Desatoff è una fantastica tiratrice e quando ero una principiante mi ha insegnato molto facendomi sparare insieme a lei lo skeet americano. John Shima, un campione del mondo di skeet Americano, è anche lui un un gran tiratore. Ho imparato molte delle mie tecniche da John e ho davvero molto apprezzato i suoi consigli. Anche Wayne Mayes è stato uno dei miei preferiti. Ha vinto 42 Campionati del Mondonello Skeet Americano e non solo è stato un grande tiratore, ma anche un grand’uomo.

Chi ti ha ispirato a praticare il tiro a volo?
Mio padre è il mio coach. Mi spinge a fare il mio meglio ed è rigoroso riguardo all’allenarsi ogni giorno. Spariamo col vento, la pioggia e in campi diversi.

L’aneddoto più bello riguardante il tiro a volo?
Ogni anno la mia famiglia andava a caccia di colombe in Arizona, a Yuma. Un anno, avevo sette anni, il guardiacaccia passò a controllare a tutti la licenza, le armi e gli uccelli. Quando arrivo da me mi disse: “Chi ha sparato a quegli uccelli per te?” e io gli risposi: “Sono stata io.” “No” disse lui, “Nessuno finirà nei guai, chi ha sparato a quegli uccelli per te?” “L’ho fatto io” Lui iniziò a discutere con me, ad un certo punto mio papà urlò: “sopra di te!” Io sollevai il mio fucile, sparai due colpi e abbattei due colombe. Il guardiacaccia si limitò a guardarmi e mi disse: “Buona giornata”

Qual è il tuo campo da tiro preferito?
Ho sparato in diversi campi nell’area della California del sud. Questo mi aiuta ad abituarmi ad ambienti e bersagli differenti. Fa parte del mio regime di allenamento.

Quanti anni avevi quando hai preso in mano il tuo primo fucile?
Quando ho iniziato a sparare nelle competizioni avevo 10 anni. Ho iniziato con la carabina 22 che mio padre usava quando era un bambino. La mia famiglia andò a fare un safari in Africa quando avevo 10 anni. Mio padre disse al Cacciatore Professionista che voleva che cacciassi anche io ma il cacciatore non pensava fosse una buona idea. Mio padre prese un piatto di carta, facendolo mettere a circa 100 iarde dalla nostra posizione. Fece un punto sul piatto e mi disse di sparare e colpirlo. Sparai cinque colpi ma il Cacciatore, con il binocolo, non riusciva a vedere dove avevo colpito. Quando gli riportarono il piatto vide che lo avevo colpito tutte e cinque le volte nel punto preciso che mio padre aveva segnato. Il cacciatore allora mi disse che potevo cacciare “tutto ciò che volevo!”
Ho preso cinque animali incluso un Kudu molto bello.

Quali sono i tuoi obiettivi e piani per il futuro?
Il mio obiettivo è quello di vincere l’oro a Rio 2016.

Che consigli daresti a chi si ispira a te?
Il mio consiglio è quello di far si che questo sport rimanga un divertimento, non prenderlo troppo seriamente.

 

Video & Foto


 

 

Kimberly Rhode

Tiratrice Skeet e Trap Beretta

post-it-giallo_kimberly_rhode_ITA

Presentazione

Ciao a tutti, sono Kimberly Rhode e sono una tiratrice di skeet e trap Internazionale.
Ho iniziato a sparare nelle competitivamente nel 1989 nella disciplina dello Skeet Americano.
Mi alleno a Redland Shooting Park, Oak Tree Gun Club e a Prado Olympic Shooting Park con il mio Beretta DT11 calibro 12. Sono nata il 16 Luglio 1979 in California e sono un’atleta olimpica. Non vedo l’ora di insegnare a mio figlio Carter tutto ciò che riguarda la vita all’aria aperta, quanto è divertente e come sparare.

 



 

Biografia

Kimberly, la persona più giovane che abbia mai rappresentato gli Stati Uniti nel Team Olimpico di Tiro a Volo e la donna più giovane al mondo a formare un Team Olimpico di Tiro a Volo, ha iniziato a sparare competitivamente all’età di 10 anni. È la donna più giovane nella storia dello Skeet Americano ad aver colpito 100 piattelli di fila all’età di 12 anni e la più giovane Campione del mondo categoria Lady di sempre a 13 anni. Nel 1994 e nel 1995 è stata co-capitano delle Open Ladies All-American Skeet Team.
Tra i suoi successi i più illustri sono: 1996, 2004 e 2012 Oro Olimpico, 2008 Argento alle Olimpiadi, 2000 Bronzo alle Olimpiadi, Medaglia al Valore Sportivo dall’esercito degli Stati Uniti, 1993 Campionato delle Americhe di Skeet Categoria Lady, è stata per quattordici volte Campionessa Nazionale Lady, è stata nominata una dei “Primi Dieci Fenomeni Sportivi del 1996” dal Time Magazine, 1997 e 2005 Victor Awards from the City of Hope, premio Donna di Successo conferito da YWCA e Atleta Femminile dell’Anno nel 1997, 1998, 2008 e 2009.
È l’unica Americana a vincere una medaglia alle Olimpiadi per cinque volte consecutive  in uno sport individuale e l’unica atleta a partecipare alle Olimpiadi in tutti e tre gli eventi di Tiro: Skeet Internazionale, Trap e Double Trap
È stata eletta sette volte Atleta Statunitense Femminile di Tiro dell’Anno (1997, 1998, 2002, 2004, 2007, 2008 e 2009) e sette volte Tiratrice femminile atleta dell’anno.
Le è stato conferito il “1996-97 Shooting Industry Award” per aver reso popolare lo sport del Tiro a Volo tra i teenager.
Nel 2000 le è stato chiesto di effettuare una dimostrazione di tiro per George W. Bush durante il caucus per i suoi elettori.
Nell’Agosto del 2007 è stata selezionata dell’International Shooting Sport Federation come “una dei migliori atleti ad aver partecipato a una competizione di tiro alle Olimpiadi, ai Campionati del Mondo e alle Coppe del Mondo.”
Il 21 Marzo 2009 ha sposato Michael Harryman e il 13 Maggio 2013 sono diventati genitori di un maschietto, Carter.
Kim è stata scelta per essere una delle migliori 20 nella primissima Olympic Heroes Series.
Detiene parecchi record nel Guinnes Book of World Records, incluso quello per aver sparato a dei piattelli testa in giù con una Benelli.
È  stata onorata dal compositore John Williams all’Hollywood Bowl, che ha chiesto al pubblico di alzarsi in piedi per rendere omaggio a Kim Rhode, Medaglia d’Oro Olimpica per il Tiro a Volo.
Lo sci, le immersioni, la pesca, la caccia e le auto sono altre passioni che Kim si concede quando non è in pedana. Kim è stata onorata dalla California Polytechnic University di Pomona, dove ha studiato, per “essere una maestra di esperienze di vita e un modello per tutti noi”. La scuola ha dichiarato che il 13 Ottobre 2000 è il Kim Rhode Day.
Kim ha vinto centinaia di medaglie e premi per i suoi successi e per il suo contributo al Tiro (incluse 10 medaglie d’oro, 4 argenti, 6 bronzi nelle Coppe del Mondo; 1 oro, 1 argento e 1 bronzo nei Campionati del Mondo; 1 oro, 1 argento e 2 bronzi in Finale di Coppa del Mondo; 1 oro e 1 bronzo nel Campionato Americano; 2 ori e 1 argento nei Giochi Pan Americani).

 

  OLIMPIADI CAMPIONATO DEL MONDO CAMPIONATO EUROPEO
  Oro Argento Bronzo Finale Oro Argento Bronzo Oro Argento Bronzo
SKEET London 2012  Beiging 2008   5 Athens 2004 Munich 2010   Belgrade 2011                             
TRAP Athens 2004 Atlanta 1996   sydney 2000     Barcelona 1998                        

Cosa porta con se in pedana?

Il fucile

3_cainero_DT11

Non c’è tiratore al mondo, dal più affermato al principiante, che non conosca le straordinarie prerogative di precisione, bilanciamento, maneggevolezza, durata dei fucili da competizione DT11 Trident Beretta. Kimberly Rhode spara con il Dt11 Beretta.

Gilet da tiro,

Tuta Uniform Pro,

Cappello,

Polo,

Maglietta tecnica Beretta,

Cuffie,

Occhiali...

.

Intervista

Qual è il tuo fucile preferito?
Il mio fucile preferito è il Beretta DT11 e la mia carabina preferita è Sako.


Perché preferisci usare quel determinato modello di fucile?
A causa della quantità di esercizio di tiro che svolgo. Ho notato la notevole riduzione del rinculo ed è un fucile molto affidabile.


Chi è il tuo tiratore preferito?
Lori Desatoff è una fantastica tiratrice e quando ero una principiante mi ha insegnato molto facendomi sparare insieme a lei lo skeet americano. John Shima, un campione del mondo di skeet Americano, è anche lui un un gran tiratore. Ho imparato molte delle mie tecniche da John e ho davvero molto apprezzato i suoi consigli. Anche Wayne Mayes è stato uno dei miei preferiti. Ha vinto 42 Campionati del Mondonello Skeet Americano e non solo è stato un grande tiratore, ma anche un grand’uomo.

Chi ti ha ispirato a praticare il tiro a volo?
Mio padre è il mio coach. Mi spinge a fare il mio meglio ed è rigoroso riguardo all’allenarsi ogni giorno. Spariamo col vento, la pioggia e in campi diversi.

L’aneddoto più bello riguardante il tiro a volo?
Ogni anno la mia famiglia andava a caccia di colombe in Arizona, a Yuma. Un anno, avevo sette anni, il guardiacaccia passò a controllare a tutti la licenza, le armi e gli uccelli. Quando arrivo da me mi disse: “Chi ha sparato a quegli uccelli per te?” e io gli risposi: “Sono stata io.” “No” disse lui, “Nessuno finirà nei guai, chi ha sparato a quegli uccelli per te?” “L’ho fatto io” Lui iniziò a discutere con me, ad un certo punto mio papà urlò: “sopra di te!” Io sollevai il mio fucile, sparai due colpi e abbattei due colombe. Il guardiacaccia si limitò a guardarmi e mi disse: “Buona giornata”

Qual è il tuo campo da tiro preferito?
Ho sparato in diversi campi nell’area della California del sud. Questo mi aiuta ad abituarmi ad ambienti e bersagli differenti. Fa parte del mio regime di allenamento.

Quanti anni avevi quando hai preso in mano il tuo primo fucile?
Quando ho iniziato a sparare nelle competizioni avevo 10 anni. Ho iniziato con la carabina 22 che mio padre usava quando era un bambino. La mia famiglia andò a fare un safari in Africa quando avevo 10 anni. Mio padre disse al Cacciatore Professionista che voleva che cacciassi anche io ma il cacciatore non pensava fosse una buona idea. Mio padre prese un piatto di carta, facendolo mettere a circa 100 iarde dalla nostra posizione. Fece un punto sul piatto e mi disse di sparare e colpirlo. Sparai cinque colpi ma il Cacciatore, con il binocolo, non riusciva a vedere dove avevo colpito. Quando gli riportarono il piatto vide che lo avevo colpito tutte e cinque le volte nel punto preciso che mio padre aveva segnato. Il cacciatore allora mi disse che potevo cacciare “tutto ciò che volevo!”
Ho preso cinque animali incluso un Kudu molto bello.

Quali sono i tuoi obiettivi e piani per il futuro?
Il mio obiettivo è quello di vincere l’oro a Rio 2016.

Che consigli daresti a chi si ispira a te?
Il mio consiglio è quello di far si che questo sport rimanga un divertimento, non prenderlo troppo seriamente.

 

Video & Foto


 

 

Primavera estate Collezione Beretta 2015