Laetisha-Scanlan_ok

Laetisha Scanlan

Tiratrice Trap Beretta

post-it-giallo_laetisha_scanlan_ITA

Presentazione

Ciao a tutti! Mi chiamo Laetisha Scanlan e tiro nel trap dal 2005. Sono nata il 13 Aprile 1990 a Melbourne e mi alleno al Frankston Australia Gun Club con il DT11 di Beretta. Sono una rappresentante commerciale e sono una persona molto tranquilla, quindi mi piace passare il tempo con la mia famiglia.

 


 

Biografia

Laetisha ha iniziato a sparare nel 2005, quando aveva 14 anni. Ha gareggiato per la prima volta in un evento internazionale  nel 2007, nel Campionato del Mondo di Nicosia.
Ha vinto la sua prima medaglia d’oro in un evento internazionale nel 2011, durante i Campionati di Tiro dell’Oceania.
Nel 2013 è diventata Campionessa Nazionale dell’Australia, ha vinto l’argento nei Campionati di Tiro dell’Oceania e per ultimo, ma non meno importante, ha vinto l’oro nella Coppa del Mondo di Al Ain.
Durante la Coppa del Mondo di Tucson nel 2014 ha vinto un altro oro.

 

Cosa porta con se in pedana?

Il fucile

3_cainero_DT11

Non c’è tiratore al mondo, dal più affermato al principiante, che non conosca le straordinarie prerogative di precisione, bilanciamento, maneggevolezza, durata dei fucili da competizione DT11 Trident Beretta. Laetisha Scanlan spara con il Dt11 Beretta.

Gilet da tiro,

Tuta Uniform Pro,

Cappello,

Polo,

Maglietta tecnica Beretta,

Cuffie,

Occhiali...

.

Intervista

Qual è il tuo fucile preferito?
Il mio fucile preferito è quello che sto usando, il DT11 di Beretta.

Perché preferisci usare quel determinato modello di fucile?
Mi piace usare il mio DT11 perché è una gran bell’arma che ha il rinculo molto ridotto e perché è il fucile con cui ho vinto due Coppe del Mondo.

Chi è il tuo tiratore preferito?
Il mio tiratore preferito è Michael Diamond perché ha ottenuto tanto nello sport ed è un mio connazionale. È anche un grande uomo da cui si può imparare tanto.

Chi ti ha ispirato a praticare il tiro a volo?
Non ho qualcuno che mi ispira, cerco solo di imparare dai miei errori e di osservare gli altri tiratori per imparare qualcosa di più. Cerco di vedere le qualità di tutto e tutti.

L’aneddoto più bello riguardante il tiro a volo?
Sui campi da tiro ho imparato che è importante ricordare che le persone che superi nella tua scalata verso la vetta le incontrerai di nuovo quando affronterai una discesa, quindi bisogna rimanere umili.

Qual è il tuo campo da tiro preferito?
Il mio campo preferito è decisamente quello di Al Ain, perché è molto verde e i target sono belli da vedere. Ho anche vinto un oro in quel campo quindi ho un bel ricordo.

Quanti anni avevi quando hai preso in mano il tuo primo fucile?
Ho iniziato a sparare più o meno dalla prima volta che ho preso in mano un fucile e ricordo che avevo circa 9 anni. Da quel momento non ho mai messo giù il fucile e non è mia intenzione farlo per i prossimi anni.

Quali sono i tuoi obiettivi e piani per il futuro?
La mia speranza e il mio obiettivo è quello di riuscire a qualificarmi per le Olimpiadi e fare del mio meglio per riuscire a vincere l’oro. È stato il mio sogno sin da quando ho iniziato asparare.

Che consigli daresti a chi si ispira a te?
Il mio consiglio a chiunque voglia entrare nel mondo dello  sport, non solo del tiro a volo, è quello di allenarsi sempre duramente e credere in se stessi.

 

Video & Foto

 


 
 

 

Primavera estate Collezione Beretta 2015