banner_Lodde

Luigi Agostino Lodde

Tiratore Skeet Beretta

post-it-giallo_luigi_agostino_lodde

Presentazione

Mi chiamo Luigi Lodde e sparo nello Skeet con il Beretta DT11; il campo da tiro dove mi alleno è il TAV Ozieri. Sono nato il 19 aprile del 1980 a Sassari.

Ho iniziato a sparare nel 1987 e normalmente lavoro come Caporalmaggiore presso il Centro Sportivo dell’Esercito. La mia filosofia di vita è: “Lavora tanto, sempre, per arrivare pronto nel momento più importante”.

 


.

 

Biografia

Luigi è un tiratore sardo che ha iniziato a prendere in mano il fucile quando era ancora un ragazzino ed ha subito ottenuto ottimi risultati nella categoria juniores, conquistando nel 1999 il Campionato Italiano ed il terzo posto al Campionato Europeo a Poussan.
Nel 2007 entra a far parte della nazionale seniores di Skeet.

Nel 2010 vince il titolo italiano e conquista il bronzo nella seconda prova di Coppa del Mondo a Pechino. Dal CONI Sardegna gli viene conferita quello stesso anno l’onorificenza di Promessa dell’Anno.

Nel marzo 2011, durante la seconda prova di Coppa del Mondo a Sydney, conquistò la carta olimpica che gli permise di partecipare ai Giochi della XXX Olimpiade. Quello stesso anno gli  è stata consegnata dal CONI Sardegna l’onorificenza di Atleta dell’Anno.

 Il 31 Luglio 2012 si è piazzato al quinto posto della finale olimpica di skeet. Come unico rappresentante della Sardegna qualificato per i giochi di Londra 2012, nel marzo 2012 è stato insignito del premio Atleta dell'anno 2011 dal Coni Sardegna.

Nel 2013 si è aggiudicato la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo di Mersin, in Turchia e la medaglia d’argento ai Campionati Europei tenutisi a Suhl. Nel settembre dello stesso anno ha vinto con Ennio Falco e Giancarlo Tazza la medaglia d’oro a squadre ai Campionati del Mondo in Perù.
 

.
OLIMPIADI CAMPIONATO DEL MONDO CAMPIONATO EUROPEO
Oro Argento Bronzo Finale Oro Argento Bronzo Oro Argento Bronzo
      5° london 2012       Sarlospuszta 2014 suhl 2013   Montecatini 2000 JR Poussan 1999 JR

 

Cosa porta con se in pedana?

Il fucile

3_cainero_DT11

Non c’è tiratore al mondo, dal più affermato al principiante, che non conosca le straordinarie prerogative di precisione, bilanciamento, maneggevolezza, durata dei fucili da competizione DT11 Trident Beretta. Luigi Lodde spara con il Dt11 Beretta.

Gilet da tiro,

Pantaloni Uniform Pro,

Polo,

Tappi,

Borsa...

.

Intervista

Qual è il tuo fucile preferito?

Il mio fucile: Beretta DT11

Perché preferisci usare quel determinato modello di fucile?

È un'arma che coniuga perfettamente la stabilità con la maneggevolezza

Quale è il tuo tiratore preferito?

Andrea Benelli per la sua straordinaria capacità di sparare a livelli altissimi, con una grande tecnica, in qualsiasi condizione

Chi ti ha ispirato a praticare il tiro a volo?

Inizialmente mio padre e in seguito le vittorie di quelli che oggi sono i miei compagni di squadra

L’aneddoto più bello legato al tiro a volo?

Non me ne viene in mente uno in particolare, sono particolarmente legato a tutte quelle esperienze legate al viaggiare per il mondo grazie al tiro.

Quale è il tuo campo di tiro preferito?

Senz'altro il campo di Lonato: è un campo impeccabile, gestito con grande professionalità e con il valore aggiunto dato dalla bellezza dei luoghi circostanti.

Quanti anni avevi quando hai preso in mano il tuo primo fucile?

Avevo 7 anni e ricordo che non vedevo l'ora.

Quali sono i tuoi obiettivi e piani per il futuro?

Ne ho due: uno sportivo e uno personale. Quello sportivo è qualificarmi per le prossime Olimpiadi e l'altro è quello di laurearmi.

Che consiglio daresti a chi si ispira a te?

Istintivamente consiglierei di non ispirarsi a me, considerato il mio particolare percorso. Ma più seriamente posso solo consigliare di lottare sempre, senza perdere fiducia nelle proprie possibilità.

 

Video & Foto