tiratori_Beretta_1

Vincenzo Grizi

Tiratore Skeet Beretta

post-it-giallo_vincenzo_grizi

Presentazione

Buongiorno a tutti, sono Vincenzo Grizi, sparo con il Beretta 692 nello skeet. Sono nato ad Albano Laziale il 20 aprile 1992 ed il campo di tiro dove mi alleno è il TAV Valle Aniene. Ho iniziato a sparare nel marzo del 2006 ed attualmente sono un atleta e la mia filosofia di vita è di vivere la vita giorno dopo giorno seguendo gli insegnamenti della mia famiglia e dei miei mentori, ricordandosi sempre di rispettare gli altri.

 


.

 

Biografia

Vincenzo ha iniziato a sparare nel marzo del 2006 nel campo di tiro vicino a casa sua, il TAV Valle Aniene. Nel 2011 ha partecipato al Campionato del Mondo junior tenuto al campo di tiro di Belgrado, in Serbia, ottenendo il 9’ piazzamento con un totale di 119 piattelli colpiti. L’anno successivo ha sparato sul campo di tiro di Larnaca a Cipro al Campionato Europeo junior ottenendo il 7’ posto.

E’ fidanzato ufficialmente da circa 3 anni.

.

 

Cosa porta con se in pedana?

Il fucile

Main_Banner_692_ita1

Il nuovo fucile da tiro Beretta 692 è una miscela di successo di tradizione e tecnologia, per garantire una balistica superiore e un’ergonomia migliore, ed un design elegante che lo rende un eccezionale fucile per il tiro a volo.

Gilet da tiro

Cappello,

Polo,

Maglietta tecnica Beretta,

Trolley Beretta...

.

Intervista

Qual è il tuo fucile preferito?
Il mio fucile preferito è proprio quello che utilizzo il Beretta 692        

Perché preferisci usare quel determinato modello di fucile?
Perché l’ho trovato molto leggero e per me è l’ideale nel momento in cui devo fare una correzione su un piattello insidioso “alto o basso”, riesco a modificare la traiettoria delle canne verso di esso.

Quale è il tuo tiratore preferito?
Il mio tiratore preferito è Ennio Falco, perché sin da quando ho iniziato la mia attività c’ero lui a livelli altissimi e guardandolo nei filmati mi ha colpito per la sua calma in pedana e poi è uno dei tiratori più forti di sempre.

Chi ti ha ispirato a praticare il tiro a volo?
E’ iniziato tutto per gioco con mio padre, stavamo facendo qualche serie al percorso di caccia, e dopo provai a sparare allo Skeet, mi appassionai sin dal primo colpo. E da li iniziai gli allenamenti ed ora eccomi qui.

L’aneddoto più bello legato al tiro a volo?
La cosa più bella sicuramente è la chiamata in nazionale perché rappresenta l’inizio del sogno che si avvera

Quale è il tuo campo di tiro preferito?
Ci sono molti campi belli in giro per l’Italia ma il mio preferito è il campo di Lonato BS

Quanti anni avevi quando hai preso in mano il tuo primo fucile?
Ero veramente piccolissimo avevo sei anni, e sicuramente ho un monte di ricordi perché ero insieme al mio caro papà ma soprattutto i ricordo che andavamo al Tiro A Volo di Trigoria e sparavo qualche colpo al percorso di caccia con il calibro 410

Quali sono i tuoi obiettivi e piani per il futuro?
I miei obbiettivi sono tanti; in primis riuscire a far parte di un Gruppo Sportivo e poi magari perché no vincere qualche gara importante a livello internazionale

Che consiglio daresti a chi si ispira a te?
Il mio unico consiglio che posso dare è quello di non mollare mai anche quando sembra che tutto ti va storto, la via d’uscita è dietro l’angolo.

 

Video & Foto