Seleziona paese

Imposta

OMAGGIO AL GENIO

La coppia di sovrapposti SL3 che celebrano i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, due pezzi unici che inaugurano la tradizione degli SL3 celebrativi realizzati ogni anno da Beretta.

da vinci è passato in Val Trompia

C’è una dettagliata cartina che Da Vinci tracciò probabilmente intorno al 1510, riportando la distanza in miglia fra gli insediamenti e la presenza di una “miniera de ferro” a “Choj” in quel di Collio. Ma anche un disegno di un mantice utilizzato per alimentare i nei magli, anche in questo caso con indicati i riferimenti della “fucina di Choj”. Infine, il bozzetto per la pala dell’altare maggiore della Chiesa di San Francesco d’Assisi a Brescia, un primo passo della probabile committenza da parte di Francesco Sanson a Leonardo da Vinci, ma mai realizzata e successivamente affidata al Romanino. Queste e altre tracce documentali sono state presentate nella ricostruzione storica realizzata dallo studioso bresciano, Architetto Valentino Volta, e dal docente di Storia dell’Arte Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, Professor Mario Marubbi ed esposta al pubblico nel maggio del 2019.

"Le radici e la storia contano"

Fabbrica d’Armi Pietro Beretta ha realizzato per l’occasione un set unico, costituito da una coppia di fucili sovrapposti da caccia SL3 riccamente incisi al bulino sul petto di bascula riproducendo in uno l’autoritratto di Leonardo da vecchio e nell’altro la Gioconda. Il set è completato da una valigetta realizzata nel Gun Case Atelier interno, impreziosita da una riproduzione dell’uomo vitruviano riprodotta al pirografo su pelle. “Le radici contano. Così come la storia – commenta il Franco Gussalli Beretta, presidente di Fabbrica d’armi Pietro Beretta –. Celebrare il passaggio del più grande genio italiano in Val Trompia ci rende pieni di orgoglio e allo stesso tempo responsabili che le competenze e le abilità, che Leonardo aveva intuito come uniche di questo territorio, continuino ad alimentarsi e rinnovarsi per generare valore e crescita, non solo per la Valle ma per l'intero sistema del made-in-Brescia e più in generale del made-in-Italy”.

L'autoritratto e la Gioconda

La piattaforma dei sovrapposti SL3 è quella che meglio incarna la combinazione tra innovazione e tradizione di Beretta e, come tale, la più adatta a rendere omaggio al più grande genio italiano. Due dei temi tra i più noti dell'opera pittorica di Leonardo, il suo autoritratto e la Gioconda, sono stati incastonati nel frame dell'incisione floreale delle bascule con uno stile tipicamente rinascimentale. Sulle canne è stato incisa la firma di Leonardo utilizzando la tecnica della rimessa in oro a freddo. Anche il guardamano è stato impreziosito con una scritta che riporta la data di morte, 1519, la data attuale e il 500° anniversario, utilizzando sempre la tecnica della rimessa in oro. Per il calcio e l’astina è stato scelto una colorazione rossa che rimanda alla tecnica grafica “sanguigna” che Leonardo utilizzava. Infine, per un impatto spettacolare, la valigetta. È stata studiata una particolare combinazione di colori: il beige, perché richiama la carta pergamena che Leonardo utilizzava per i suoi schizzi; e il bordeaux, che si ricollega al colore rosso dei legni All’interno una superba patch in pelle che riporta – con tecnica al pirografo – il celebre disegno leonardiano dell’uomo vitruviano.

alt alt

SCOPRI IL MONDO PB SELECTION

Creiamo prodotti unici in esclusiva: infinite possibilità di personalizzazione; 500 anni di perfezionamento del nostro approccio di tolleranza zero e montaggio in bianco; performance al massimo livello grazie agli elevati standard di qualità e affidabilità garantiti dalla nostra potenza industriale e dall'innovazione costante. Scopri la massima espressione della secolare arte armiera italiana.